15 febbraio 2012

Attività montessoriane: i travasi

La mancanza di tempo non è una scusa, lo so, e per questo cerco ogni giorno di utilizzare le poche ore che passo con Gemma per condividere con lei attività o stimolare la sua creatività.
Purtroppo, come dicevo, la mancanza di tempo non è una scusa ma è una realtà obiettiva, e ci sono giorni in cui a malapena riesco a dedicarle pochi minuti. Premetto che non spolvero, non stiro, pratico la cucina di sussistenza ma ci sono cose che proprio non si possono rimandare se non voglio ricevere la visita dell’istituto d’igiene o dei servizi sociali!!!

Insomma, ci sono dei momenti in cui è di vitale importanza che la pargola possa intrattenersi in maniera indipendente senza rischiare la vita arrampicandosi sulla libreria (ebbene si!!!) ma neanche lobotomizzandosi davanti alla tv.

La risposta l’ho trovata in un’attività montessoriana che sicuramente tutte conoscete, i famosi travasi.

Gemma si è interessata tantissimo a questo compito assegnatole dalla mamma, travasare un pacchetto intero di fagioli azuki da una ciotola a un’altra usando diversi strumenti.


Ha cominciato diligentemente con un cucchiaio, con la faccina concentrata e le sopracciglia corrugate una cucchiaiata alla volta svuotava una ciotola e riempiva l’altra.



Poi ha provato con un colino da the, essendo più grande e capiente riusciva a travasare i fagioli molto più velocemente, e la faccina concentrata ha cominciato a trasformarsi in faccina curiosa e divertita.
Nel frattempo la mamma la osservava, stendeva tre lavatrici e scattava quante più foto poteva per immortalare le scoperte della sua scimmietta.



Ora viene il bello: tutti sappiamo quanto sia meraviglioso, fantastico, rilassante (insomma, un’esperienza mistica) affondare le mani nei legumi secchi. Se Gemma fino all’altro giorno non lo sapeva, travasando fagioli azuki l’ha scoperto! Ha cominciato a mescolarli nella ciotola con le mani, a sollevarli e lasciarli ricadere, sempre nella ciotola.



Ecco che cominciano a evadere, i fagioli, e tentano la fuga invadendo il tavolino, e i più temerari esplorano il tappeto e il pavimento.
La faccina curiosa diventa faccina entusiasta, e cominciano gridolini di gioia al vederli rotolare a terra.
Dopo pochi minuti tutta la stanza è una piantagione di fagioli azuki, ce ne sono ovunque, e quando tra qualche mese mi spunterà una pianta da sotto il divano non mi stupirò affatto!!!

5 commenti:

Lascia un commento, mi farai felice!!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica con cadenza periodica e non è da considerarsi un mezzo di inrmazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti in questo blog sono principalmente di proprietà dell'autore del blog e sono coperte da copyright. Non è consentita nessuna copia o riproduzione senza l'esplicito consenso dell'autore.

Nel caso in cui la pubblicazione di materiali e/o immagini raccolte dal web dovesse ledere il diritto d'autore si prega di comunicarlo all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.