27 febbraio 2012

Culla fai da te di cartone per le bambole

Finalmente ce l’ho fatta…dopo settimane passate a sfruttare ogni minuto libero per costruire una culla alla bambola di Gemma, finalmente è pronta e posso postare qualche foto!!

Avevo deciso di farla già un mesetto fa, quando Gemma aveva cominciato a mettere a nanna la sua bambola e il suo amato Mic (un giorno ve lo presento…) stendendola sul tappeto e dondolandola come una vera mammina.

La fase più complicata e sofferta è stata quella della pianificazione e ricerca dei materiali.
All’inizio era nata come lettino, e non si poteva dondolare. Poi è mutata e le sono spuntati due specie di semicerchi per farla diventare una culla, ma in questo modo la malcapitata bambola invece di addormentarsi veniva catapultata fuori dalla culla, e ho dovuto limare i due dondoli per farli meno curvati.


Ma andiamo per gradi:



1) Ho disegnato il progetto e reperito i materiali.
La mia miniera d’oro sono i supermercati, ma bisogna avere occhio e andare in quegli orari in cui ripongono gli scafali e circolano tra le corsie con i carrelli pieni di scatoloni vuoti. Ormai mi conoscono le ragazze del super sotto casa, ma le prime volte mi guardavano come se fossi matta quando chiedevo se, gentilmente, potevo rovistare tra i cartoni vuoti!
Mi sono procurata una scatola solida abbastanza grande per far dormire comoda sia la bambola che il Mic e un’altra da cui ritagliare i due ovali per il dondolo.

2) Ho tagliato i due ovali e ho assemblato la struttura della culla. Prima di incollare meglio fare qualche prova per misurare la giusta curvatura dei dondoli e l’altezza della testata.



3) Una volta assemblata la struttura l’ho ricoperta di carta pesta usando carta di giornale a striscioline e miscela di vinavil con acqua al 50%.

4) Ho lasciato asciugare 24 ore e ho fatto un altro strato di carta pesta usando carta igienica al posto della carta di giornale. Serve a dare maggiore compattezza ed è più facile da dipingere, visto che rimane biancastra.

5) Ho aspettato altre 24 ore e ho dipinto e decorato la culla. Ho usato normali tempere di tipo “scolastico” che sulla carta sono la cosa migliore, ma ho potuto farlo perché Gemma per fortuna è uscita dalla fase “mordo tutto, e quello che non mordo l’infilo comunque in bocca”, altrimenti bisogna informarsi su colori atossici e specifici per bimbi piccoli.



Per la presentazione ufficiale di materasso e copertina appuntamento alla prossima puntata!

10 commenti:

  1. Brava, io mi sono limitata a dipingere una cassetta di frutta del mercato ma ho fatto la coperta all'uncinetto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bhe,in fin dei conti non ho fatto molto di più...ho dipinto una scatola del supermercato!! ;-)

      Elimina
  2. che bella! Complimenti! Domani sul mio blog un iniziativa per mamme creative! :-)

    RispondiElimina
  3. Grazie Giorgia, e complimenti per la tua iniziativa!

    RispondiElimina
  4. ricambio la visita e mi piace qui, mi sono aggiunta ai lettori... io il lettino per le bambole l'ho comprato all'ikea, non sarei stata capace di costruirne uno come il tuo :)

    RispondiElimina
  5. Ciao Mammavió, grazie per la visita!
    Mi unisco anch'io. È un piacere averti scoperta:)

    RispondiElimina
  6. ma è bellissima :) quasi quasi...

    RispondiElimina
  7. appena finita la base, ora dobbiamo solo dipingere...grazieeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Lascia un commento, mi farai felice!!

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica con cadenza periodica e non è da considerarsi un mezzo di inrmazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.

Le immagini presenti in questo blog sono principalmente di proprietà dell'autore del blog e sono coperte da copyright. Non è consentita nessuna copia o riproduzione senza l'esplicito consenso dell'autore.

Nel caso in cui la pubblicazione di materiali e/o immagini raccolte dal web dovesse ledere il diritto d'autore si prega di comunicarlo all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione.